Il Kefir, l’amico della salute

Il Kefir è una bevanda ottenuta dalla fermentazione del latte originaria del Caucaso e risalente a tempi antichissimi. Secondo la tradizione, veniva fatto fermentare il latte in sacche di pelle, utilizzando dei grani ottenuti dalla flora batterica presente nello stomaco delle capre.

La fermentazione avviene per azione di microrganismi presenti in granuli, chiamati granuli di kefir. Questi, sono composti da una matrice polisaccaridica contenete colonie di batteri e lieviti responsabili della fermentazione. Si presenta come una bevanda acidula ed effervescente, contenente sostanze nutritive e probiotici. Il kefir di latte vaccino intero ha un apporto calorico di 74 kcal (per 100 gr). La quantità di grassi è pari a 4,5 gr (di cui 2,9 saturi); le proteine sono all’incirca 3,7 gr, mentre i carboidrati sono stimati sui 4 gr. Contiene vitamine A e B (compresa la B12) ed ha un elevato contenuto di calcio, potassio e fosforo.

Le proprietà benefiche:

 

  • Attività antimicrobica nei confronti di batteri dell’intestino quali Shigella, Salmonella, Escherichia coli, Staphylococcus, Proteus e Listeria. Le sue batteriocine sono in grado di eliminare o inibire la crescita di svariate specie batteriche. Inibisce l’insorgere di diarrea ed enterocolite.
  • Riduce il colesterolo favorendone l’eliminazione attraverso i sali bilari e limitandone l’assorbimento da parte dell’intestino. Riduce il colesterolo LDL ed i trigliceridi, senza, tuttavia, variare in modo esponenziale anche il colesterolo HDL.

Inoltre, previene le allergie, aiuta nell’assorbimento delle vitamine ed il triptofano in esso contenuto ha effetti terapeutici sul sistema nervoso.

Essendo povero di lattosio, può essere consumato anche da alcuni soggetti lievemente intolleranti.