Prevenire l’influenza con l’alimentazione

“Mi rifiuto di stare male, ho troppi impegni importanti questa settimana!”. Quante volte avete pronunciato questa frase alla comparsa dei primi sintomi influenzali? Questo autunno, agite di anticipo: basterà fortificare il sistema immunitario per scongiurare i malanni tipici della stagione fredda. È proprio la nostra alimentazione a determinare l’efficienza del sistema immunitario. I cibi giusti possono fornire tutte le armi necessarie a combattere gli attacchi virali. Iniziare la giornata con una spremuta di arance e pompelmo è solo una delle buone abitudini che aiutano il nostro organismo. La vitamina C, che oltre ad essere antiossidante stimola la produzione di interferenti e neutrofili (ovvero le cellule del sistema immunitario), risiede in tanti alimenti come i ribes, i peperoni, il latte, i broccoletti, la rucola, i kiwi, l’uva e le fragole. Tipici della stagione autunnale e perfetti per una cucina creativa e gustosa sono i funghi. Il loro contenuto di selenio, stimola i globuli bianchi nella produzione di citochine, ovvero delle proteine che riescono a contrastare i virus. Per insaporire le vostre pietanze, usate l’aglio spesso e volentieri: l’allicina in esso contenuta è antimicrobica. Il secondo perfetto, potrebbe essere il salmone che grazie al suo alto contenuto di vitamina D è l’ideale per contrastare le malattie da infezione respiratoria. Carote e broccoli, contenenti betacarotene non devono mai mancare a tavola, così come condimenti a base di curcuma, semi di zucca e zenzero. In generale, le spezie come curry, paprika o peperoncino, hanno un’azione vasodilatatrice che favorisce la sudorazione e la stabilizzazione della temperatura corporea. Contengono, inoltre, l’acido acetilsalicilico, un principio attivo antinfiammatorio. È bene usare spesso anche il limone per condire, soprattutto le insalate: questo facilita l’assorbimento del ferro presente nella verdura. Un buon esempio potrebbe essere quello di un’insalata di spinaci e rucola condita con succo di limone, semi misti ed olio extravergine d’oliva. Per finire, non dimenticare mai di assumere liquidi in quantità. Oltre all’acqua naturale, anche tisane e infusi; fra tutti, quello di rosa canina che contiene vitamine, zinco, flavnoidi e tannini.