Tabulè di Verdure

Il bulgur rappresenta un passo indietro fino all’antichità: i primi a prepararlo furono gli Ittiti ed i Babilonesi. Particolarmente utilizzato nella cucina turca, si ottiene dalla cottura al vapore dei chicchi di frumento, che vengono poi essiccati, macinati e ridotti in piccoli pezzi. Può essere cucinato come tabulè o in cottura pilaf, come il riso. Le sue proprietà nutrizionali sono uguali a quelle del cereale di base. Risulta, quindi, ricco di carboidrati complessi e povero di grassi. Essendo ricco di fibre, ha un’azione benefica sull’intestino ed è anche una buona fonte di sali minerali. Lo consigliamo per le diete ipocaloriche per il suo alto potere saziante.

 

Ingredienti:

40 g di prezzemolo

50 g di bulgur

100 g di cetrioli

120 g di pomodorini

mezza cipolla

10 g di menta

1 limone

olio extravergine d’oliva

sale

 

Sciaquare il bulgur sotto l’acqua corrente e porlo in una pentola. Ricoprire con acqua fredda e far cuocere a fiamma bassa per circa 20 minuti con coperchio. Nel caso l’acqua dovesse evaporare, aggiungerne altra fino a cottura ultimata. Una volta cotto, disporre il bulgur su un piatto per favorirne il raffreddamento. In un’insalatiera unire il cetriolo a dadini, i pomodorini a fette, la cipolla a fette sottilissime ed un trito di menta e prezzemolo. Mescolare il bulgur con le verdure, aggiungendo succo di limone, olio e sale. Servire dopo aver fatto riposare in frigo per almeno mezz’ora.