Countdown alla prova costume: mettiti in forma per l’estate!

D’inverno è normale essere leggermente più pigri: il clima è rigido e si ha poca voglia di fare moto o passeggiare per le strade delle città!

E poi quante tentazioni: il periodo del panettone, le cioccolate calde, i manicaretti elaborati della Domenica.

 

Le temperature in rialzo possono essere l’alleato perfetto perché di sicuro avrete meno voglia di accendere forni incadescenti o passare ore davanti al fornello bollente per preparare il ragù!

 

Se avete intenzione di recuperare la linea e tornare in forma per l’estate, perdendo quei chili di troppo che avete accumulato durante la stagione fredda, è essenziale curare l’alimentazione e dedicarsi allo sport.

 

In forma per l’estate: qual è l’attività sportiva più indicata?

Scordatevi il lento sollevamento pesi: qui il consumo calorico è molto basso perché, nonostante lo sforzo sia intenso, dura solo pochi secondi. Le attività aerobiche sono quelle più indicate, perché bruciano carboidrati e grassi utilizzando l’ossigeno. Si a corsa, marcia, ciclismo, nuoto o acquagym.

 

Questi sport completi consentono di bruciare moltissime calorie in quanto vengono coinvolti molti muscoli nel movimento. Più sono i muscoli coinvolti, maggiori saranno le calorie bruciate. L’importante è iniziare in modo graduale, soprattutto se siete dei principianti o se è passato molto tempo dall’ultimo allenamento.

 

L’ideale sarebbe allenarsi per 30 o 40 minuti, almeno 3 o quattro volte la settimana. In questo modo ridurrete anche i piccoli e fastidiosi dolori dell’acido lattico. Un must, per evitare questi, è lo stretching! Mai finire un allenamento senza: la distensione dei muscoli è essenziale!

 

All’attività aerobica è bene anche abbinare qualche esercizio di potenziamento muscolare, come gli addominali, che delineeranno la vostra forma fisica. L’attività anaerobica deve sempre essere preceduta da esercizi di riscaldamento ed eseguita sotto il controllo di un esperto (quantomeno per i primi tempi).

 

In forma per l’estate: se volete sfoggiare una linea invidiabile, non vi basterà solo lo sport!

È importante associare a questo un’alimentazione ipocalorica ben studiata. Non si parla solo di un fattore estetico: curare l’alimentazione significa rispettare il proprio corpo. Non è necessario ricorrere a diete drastiche: anzi, queste sono proprio sconsigliate!

 

Molte diete dette “miracolose” vi faranno, possibilmente, perdere molti liquidi all’inizio, ed una volta interrotte vi faranno tornare al punto di partenza (se non peggio!).

Da scartare anche l’ipotesi delle diete “no carbs”: nonappena ingerirete anche una mollichina di pane il vostro corpo ve la farà pagare cara, carissima! Quindi, abbandoniamo gli estremismi!

 

Più che alla “dieta”, il cui termine già sa di costrizione e rinuncia, si deve pensare a modificare il regime alimentare, ed una volta trovato il giusto equilibrio, quello che vi fa stare bene e che vi rende soddisfatti, perseverare in modo stabile, facendolo diventare la vostra abitudine. In questo modo perderete peso in modo graduale, per poi stabilizzarvi.

 

Perdere peso troppo in fretta è dannoso per la salute e per la pelle; e, come se non bastasse, correrete sempre il rischio di riprendere tutto ciò che avete perso. Meglio procedere lenti, ma con risultati duraturi.

 

Qualche piccola rinuncia ci deve essere, ma non disperate: potete anche concedervi, un giorno la settimana, qualcosa di più goloso… del resto la vita deve anche essere vissuta!

Gli alimenti più “pericolosi”, quindi da consumare con moderazione, sono latte, formaggi, prodotti da forno e fritture. Inutile dire che tutti i prodotti confezionati sono davvero poco sani, perché pieni di conservanti e sostanze chimiche.

 

Se proprio volete concedervi dei biscotti, non è meglio realizzarli voi stessi a casa o comprarli al panificio, piuttosto che ingerire grassi vegetali dalla dubbia provenienza, farine eccessivamente raffinate, zuccheri di scarsa qualità e conservanti? Pensate sempre alla qualità di ciò che state mangiando, alla provenienza delle materie prime. Prediligete le piccole produzioni regionali alle grandi multinazionali.

 

L’industrializzazione del cibo è forse la cosa peggiore della società odierna. Proprio noi italiani, dovremmo storcere il naso (per non dire peggio) davanti al modello americano dei maccheroni e formaggio in scatola! Questo, nella nostra routine alimentare, fa davvero la differenza!

 

In forma per l’estate: cos’altro può davvero fare la differenza? Frutta e verdura!

Dovreste aprire il frigo e credere di essere capitati in una giungla! Seguire la stagionalità e prediligere prodotti biologici è anche un fattore importantissimo: se la natura ha un ciclo, sarebbe bene rispettarlo senza avere la presunzione di andare contro questa, che ha un’esperienza millenaria in confrontio a noi.

 

Un esempio pratico: il pomodoro cresce da Maggio fino ad Agosto.

 

Questo significa che durante il resto dell’anno non andrebbe consumato. Perchè? Innanzitutto perché un pomodoro di Gennaio è sicuramente un prodotto di serra, che ha bisogno di una “spinta chimica” per crescere; ed inoltre, il nostro corpo ha bisogno di quei mesi di “pausa” per disintossicarsi da un certo alimento. La varietà è una regola.

 

Frutta e verdura possono davvero aiutare il dimagrimento ed aiutare a tornare in forma per l’estate. Secondo lo studio della nutrizionista Daisy Connor, ci sono cibi in natura a calore negative, che consentono di non accumulare peso, anzi di perderlo, perché per la loro digestione vengono spese più calore di quante ne introduciamo assumendoli. Sono i perfetti cibi spezzafame! Eccone degli esempi:

 

Cetriolo: fonte di vitamina C. Ha un’azione antinfiammatoria e anti ritenzione idrica.

 

Asparagi: disintossicanti, diuretici. Aumentano il metabolismo.

 

Cavolfiore: alto contenuto di vitamina C. Quando viene consumato crudo dà grande senso di sazietà.

 

Sedano: ricco di sodio e potassio. È costituito da acqua al 75%.

 

Pomodori: ricco di licopene dalle proprietà antiossidanti. Combatte l’invecchiamento e le malattie cardiovascolari.

 

Papaya: ricca di enzimi digestivi, utile contro la stitichezza. Mantiene il colesterolo sotto controllo.

 

Peperoncino: contiene capsaicina, la sostanza brucia-calorie per eccellenza. Aumenta il tasso metabolico inducendo il corpo a bruciare più calorie.

 

Mele: ricche di fibra alimentare che aumentano la sazietà.

 

Caffè: da bere amaro e con moderazione. È un alimento termoionico che stimola la combustione dei grassi per produrre energia. Riduce il senso di fame ed aumenta il metabolismo.

 

Formaggi: quali scegliere?

Se non volete essere così drastici da escluderli dalla vostra alimentazione, fate attenzione a quali formaggi scegliete per tornare in forma per l’estate!

 

I formaggi, come il latte, contengono vitamine (A, B e C), proteine nobili, ferro, calcio, fosforo e grassi. Buona norma sarebbe non consumarli fra un pasto e l’altro, ma come secondo piatto. Tra freschi e stagionati è meglio prediligere i primi e consumare a piccole dosi i secondi.

 

Attenzione anche alle false etichette: non esistono formaggi magri! Molto spesso, vedendo l’etichetta “light” si ha la tendenza a mangiarne di più. Errore. Meglio prediligere i semigrassi, a base di latte scremato o di capra, contenenti meno calorie.

 

È importante non consumarli più di quattro volte a settimana ed abbinarli a verdure e cereali piuttosto che ad altre proteine. I formaggi freschi arricchiscono la flora intestinale ed hanno un basso contenuto di lattosio. Consumare ricotta di mucca o mozzarella vi darà una buona dose di calcio, senza eccedere in calorie.

 

Carne o Pesce?

Ad ognuno il suo: la carne ha un maggior numero di proteine, ma il pesce ha contenuto ridotto di colesterolo, nonché un’abbondanza di acidi grassi insaturi e polinsaturi, detti “grassi buoni”, che aiutano a prevenire le malattie cardiovascolari.

 

Entrambi contengono fosforo in quantità simili. Il pesce risulta essere più digeribile e ricco di sali minerali (come iodio, zinco, calcio, selenio e fluoro); ma la carne contiene più ferro e vitamina B.

 

Per mantenere un regime ipocalorico, bisogna scegliere fra carni e pesce magri come: cernia, merluzzo, rombo, scorfano, sogliola, spigola, tacchino e pollo (privati della pelle), cavallo, vitello (solo il filetto), coniglio.

 

L’importante è il giusto condimento

Forse è meglio allontanare burro e panna per un po’. Così come i grassi vegetali idrogenati. Il condimento fa tanto. La dieta mediterranea ha un grande protagonista, ovvero, l’olio extravergine d’oliva.

 

Due cucchiaini al giorno per insaporire i due pasti principali devono diventare la vostra regola. L’olio d’oliva riduce il rischio di malattie cardiache, rallenta l’invecchiamento della pelle, protegge le ossa da decalcificazione, osteoporosi e fratture grazie alla vitamina E del quale è ricco.

 

Contiene betacarotene (provitamina A) ed altre sostanze antiossidanti come i composti fenolici.

 

Ecco i nostri consigli per tornare in forma per l’estate; per rimanere in costante aggiornamento con i nostri consigli seguiteci sui social  (FacebookTwitter ed Instagram).