Quando il cibo integrale è meglio?

È risaputo ormai che i prodotti alimentari che contengono cereali integrali, farine di cereali raffinati sono qualitativamente “peggiori” di quelli integrali in quanto durante il processo di raffinatura si ha la perdita di notevoli ed importantissimi valori nutrizionali del prodotto, quali fibre, vitamine del gruppo B e piccole quantità di proteine; il discorso vale per tutti i cereali: mais, orzo,miglio, kamut , farro.

 

L’integrale oltre ad avere una più alta quantità di fibre e vitamine svolge tantissimi ruoli quali aumento del senso di sazietà e riduzione dell’assorbimento nel tratto intestinale; riduzione di alcune forme tumorali e riduzione del carico glicemico che ridurrà la risposta insulinica.

 

La cottura è un altro importante punto da tenere presente se si vuole ottenere il massimo da questi alimenti: sono indicate cotture a basse temperature per evitare la perdita di nutrienti.

 

Quello su cui voglio focalizzare la vostra attenzione è che non è sempre facile riconoscere un alimento REALMENTE integrale, né è sempre vero che l’alimento integrale sia più salutare. Siamo spesso fuorviati da messaggi commerciali eclatanti che non rispecchiano la qualità del prodotto: alcune volte la confezione che riporta la dicitura “ai 5 cereali”, “ai cereali”, “multicereali”, “ con crusca”, “ 100% frumento” non indicano necessariamente che il prodotto sia integrale, ma si servono di queste diciture e di confezioni dai colori simili alla natura, come il verde o all’integrale, come il marrone per convincere erroneamente l’acquirente che quel prodotto sia di buona qualità!

 

Ma oltre alla confezione, anche il colore scuro del prodotto NON garantisce che il prodotto sia a base di cereali integrali; ma potrebbero esservi degli additivi.

 

Ho personalmente analizzato alcuni prodotti che erano consumati dai miei pazienti, illusoriamente leggeri, cornetti e merendine integrali assolutamente INDECENTI, con un contenuto di grassi pari a 10 g e di zuccheri pari a 25g su 50 g di prodotto… ed il 70% della popolazione è convinta di mangiare bene!!!!

 

Facciamo attenzione! Non paghiamo di più per prodotti pessima qualità, illusi solamente da confezioni o da marchi che promettono benessere… in modo assolutamente assurdo!

 

La prossima settimana vi diremo qualche segreto per leggere le etichette ed evitare assolutamente quei prodotti, la prima cosa che voglio dirvi è quella di non acquistare prodotti che contengano più di 10 g di zucchero ogni 100 g!!!!!

 

Se il prodotto pesa 50g al massimo dovrebbe contenerne 5g di zuccheri! Occhio occchio occhio!

 

Non sono solita fare nomi dei marchi, ma se volete informazioni in merito potete contattarci!